Andrea Nicoletti
    Società Editoriale ARPANet
guarda. vivi. ascolta. scopri.

Nome e cognome.
Andrea Nicoletti.

Come ti chiamavano quando eri piccolo?
Andrew, quando giocavamo a indiani e cowboy.

Anno/periodo storico in cui saresti voluto nascere.
Più o meno nel 1971, se fosse Aprile sarebbe perfetto.

Dai un indizio che identifichi la tua città senza nominarla.
"E quella cu' il Savio bagna 'l fianco, così com'ella sie' tra 'l piano e 'l monte, tra tirannia si vive e stato franco".

Quando hai capito che saresti diventato uno scrittore?
Fin dalla culla: piangevo in... versi.

Il commento più bello che hai ricevuto da un lettore.
"Ottimo". Il giudizio della maestra di prima elementare ad un mio pensierino sulla bellezza imperturbabile delle margherite.

Se ti dico libro a che cosa pensi?
A suo cugino, l'e-book.

Descrivi il tuo stile usando solo aggettivi.
Apofantico, aneddotico, aprioristico, astatico. E siamo solo alla A.

Il prossimo libro che scriverai parlerà di...?
"Prontuario di Proust: non esistono domande imbarazzanti. Risposte sì".

Se potessi scegliere un luogo per la lettura pubblica dei tuoi scritti, quale sarebbe?
Dove tutti gli uomini leggono di preferenza La gazzetta dello Sport. Perché lì si è veramente se stessi.