Giorgio Astolfi
    Società Editoriale ARPANet
guarda. vivi. ascolta. scopri.

Nome e cognome.
Giorgio Astolfi.

Come ti chiamavano quando eri piccolo?
"Zurzin".

Anno/periodo storico in cui saresti voluto nascere.
Inizio Novecento.

Dai un indizio che identifichi la tua città senza nominarla.
Città d'arte e delle biciclette vicina al Po.

Quando hai capito che saresti diventato uno scrittore?
Mai, perché non sono ancora diventato uno scrittore (svolgo un altro lavoro).

Il commento più bello che hai ricevuto da un lettore.
"Una scrittura scorrevole e gradevole".

Se ti dico libro a che cosa pensi?
"Il rosso e il nero" e "La luna e i falò".

Descrivi il tuo stile usando solo aggettivi.
Scorrevole e semplice.

Il prossimo libro che scriverai parlerà di...?
Un commissario dalla vita alquanto complicata. Sarà un giallo.

Se potessi scegliere un luogo per la lettura pubblica dei tuoi scritti, quale sarebbe?
Uno stadio. Non per megalomania, ma perché mi piace coniugare letteratura e calcio.