Roberto Carnevali
    Società Editoriale ARPANet
guarda. vivi. ascolta. scopri.

Nome e cognome.
Roberto Carnevali.

Come ti chiamavano quando eri piccolo?
Robi.

Anno/periodo storico in cui saresti voluto nascere.
Fine ottocento/primi novecento (a Vienna o a Londra).

Dai un indizio che identifichi la tua città senza nominarla.
Un cuore un po’ tachicardico, come il mio.

Quando hai capito che saresti diventato uno scrittore?
Quando il mio professore di italiano delle medie leggeva i miei temi ad alta voce a tutta la classe.

Il commento più bello che hai ricevuto da un lettore.
“Ci sei tu dappertutto” (naturalmente parlando di un mio libro e non dell’universo).

Se ti dico libro a che cosa pensi?
Un compagno, un amico, un interlocutore, una creazione.

Descrivi il tuo stile usando solo aggettivi.
estremo, intimo, trasparente, denso, peculiare, mio.

Il prossimo libro che scriverai parlerà di...?
La composizione della propria identità.

Se potessi scegliere un luogo per la lettura pubblica dei tuoi scritti, quale sarebbe?
Il chiostro di un’abbazia