Roberto Ramaglia
    Società Editoriale ARPANet
guarda. vivi. ascolta. scopri.

Nome e cognome.
Roberto Ramaglia.

Come ti chiamavano quando eri piccolo?
Brodino. Roccia. Sasso. Sassuolo. Guanciottone. Arnold. Signor Drummond. Ra-shirt. Quais. Squazzopaglia. Cagomaglia. Razzopaglia. Cornomaglia. Sparpaglia. Mitraglia. Nostalgia Canaglia... insomma: un’infanzia felice.

Anno/periodo storico in cui saresti voluto nascere.
Dallo 0 al 33 d.C.

Dai un indizio che identifichi la tua città senza nominarla.
Se pianto il basilico sul balcone, mangio pasta al pomodoro e smog.

Quando hai capito che saresti diventato uno scrittore?
Certe cose non le capirò mai.

Il commento più bello che hai ricevuto da un lettore.
Il sorriso della mia bimba (4 mesi) quando leggo i miei racconti facendo "rombare" la erre.

Se ti dico libro a che cosa pensi?
Il posto migliore per nascondere le foto della mia ex.

Descrivi il tuo stile usando solo aggettivi.
Improvvisato. Latitante. A presa rapida. Gassoso.

Il prossimo libro che scriverai parlerà di...?
Un uomo muore e si reincarna in un gatto. Tenta immediatamente il suicidio per poter rinascere uomo e ritrovare la sua amata, ma ha sette vite a cui porre termine. E morire al giorno d’oggi non è poi così facile...

Se potessi scegliere un luogo per la lettura pubblica dei tuoi scritti, quale sarebbe?
Non amo le grandi platee. Preferisco immaginare un mio libro, nascosto tra i fumetti, nel portariviste del bagno.